ictus

I ricercatori della Soochow University (Cina) sostengono che mangiare formaggio, in moderata quantità, riduce il rischio di malattie cardiopatiche e di ictus.

Inizialmente gli studiosi era un po’ titubanti al riguardo, dato che il formaggio contiene un alto livello di grassi saturi e, quindi spesso viene associato al rischio di andare in contro a malattie come l’ipercolesterolomia, arterosclerosi e malattie cardiache, ma analizzandolo meglio e tenendo in considerazione che oltre i grassi saturi contiene molte sostanze benefiche- come proteine e probiotici- hanno deciso di condurre un’indiagine su circa 200 000 soggetti.

I risultati emersi alla fine dell’analisi hanno dimostrato che, i soggetti che consumavano ogni giorno una quantità moderata di formaggio correvano un rischio minore, rispetto a chi ne consumava poco o addirittura niente, di contrarre malattie cardiache o ictus.
Il latticino, infatti, sembrerebbe contenere sostante dette “protobiotici” che contribuiscono alla protezione del cuore. Consumarne in quantità eccessive però, come sottolineano gli studiosi, può scatenare l’effetto opposto. Quindi per non correre rischi e allo stesso tempo preservare il cuore è importante mangiare quotidianamente una quantità di formaggio che non superi i 40 grammi.