salute

In età avanzata, il benessere psicofisico può essere messo a dura prova da malattie, stress e preoccupazioni. Il modo migliore per evitarlo è condurre uno stile di vita salutare sin dalla gioventù. Tuttavia, non è mai troppo tardi per acquisire delle abitudini sane. Ecco quindi una serie di consigli che possono aiutare non solo a migliorare la qualità della vita durante la terza età ma anche a vivere più a lungo.

– Seguire un’alimentazione adeguata: in caso contrario il rischio è la malnutrizione, che può portare a una significativa perdita della massa muscolare, mascherata da un aumento (ben poco salutare) della massa grassa.

– Curare la propria igiene personale: oltre che per dare un’immagine di sé pulita e gradevole, l’igiene personale è fondamentale per evitare il proliferare di germi e batteri che provocano malattie e trovano nello sporco il proprio habitat naturale.

– Mantenersi attivi fisicamente: muoversi è molto importante anche durante la terza età, al fine di prevenire la perdita di tono muscolare e la riduzione della mobilità, chiaramente svolgendo un’attività adatta alle proprie condizioni di salute su consiglio del proprio medico.

– Mantenersi mentalmente attivi: con l’età che avanza, problemi di memoria e vere e proprie forme di demenza diventano sempre più frequenti, ed è per questo che diventa necessario svolgere attività utili come giocare a scacchi o imparare una lingua straniera.

Riposare bene e abbastanza: per cercare di contrastare i disturbi del sonno sì ai carboidrati a cena (con moderazione) così come anche all’attività fisica serale; tuttavia se si fatica costantemente ad addormentarsi o a riposare indisturbati, oppure si soffre ripetutamente di sonnolenza diurna è bene consultare il proprio medico, in quanto questo potrebbe essere sintomo di problemi fisici.

– Creare un ambiente adatto al sonno: in generale, è bene che ci sia un’atmosfera tranquilla, priva di fattori disturbanti, come rumori o temperatura troppo alta o troppo bassa; andare a dormire quando si è stanchi e alzarsi sempre circa alla stessa ora; spegnere dispositivi elettronici quali smartphone, televisione, tablet e computer 30-60 minuti prima di addormentarsi e cercare di rilassarsi prima di mettersi a letto, magari con un bagno caldo.

Non fumare: nuoce gravemente alla salute e se associato a problemi di memoria può aumentare il rischio di incidenti a causa di sigarette o simili lasciate accese incustodite.

– Mantenere un atteggiamento positivo e ridurre lo stress: bisogna apprezzare la vita e non perdere il senso dell’umorismo, ma anche parlare ed esprimere emozioni e sentimenti (con amici e familiari ad esempio), e accettare che non si può avere sempre il controllo sugli eventi.

– Andare dal medico se necessario: eseguire gli esami di routine particolarmente utili fra cui misurazioni regolari della pressione, del colesterolo, della glicemia; potrebbero inoltre essere consigliate visite e test specialistici come controllo dell’udito e della vista, mammografia, controlli della prostata o una colonscopia.