ipertensione

L’ipertensione, il killer silenzioso più diffuso nei paesi industrializzati, è uno stato in cui la pressione arteriosa a riposo è costantemente superiore alla norma. Questa condizione non comporta alcun disturbo particolare e agisce nell’ombra, degenerando in complicanze severe, talvolta dall’esito mortale.

Una ricerca pubblicata sulla rivista Journal of the American College of Cardiology dagli scienziati della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora (Usa), sostiene che a contribuire ad abbassare la pressione arteriosa sistolica sia la combinazione di due regimi alimentari: la dieta iposodica, una terapia alimentare caratterizzata da un basso apporto di sodio e dall’eliminazione del sale discrezionale, e la dieta Dash, promossa dal National Heart, Lung, and Blood Institute e dall’American Heart Association, caratterizzata dall’apporto di frutta, verdura, cereali integrali, latticini a basso contenuto di grassi o privi di lipidi, pesce, pollame, legumi, semi e noci.

Gli scienziati di Baltimora hanno coinvolto 412 adulti ambosessi, di età compresa tra i 23 e i 76 anni, con un stato di pre-ipertensione o di ipertensione di 1° grado, dividendoli in quattro gruppi e invitandoli a seguire la dieta Dash da sola, la dieta iposodica, le due diete combinate o un’alimentazione di controllo (basata sul profilo medio di macronutrienti e micronutrienti assunti dalla popolazione statunitense) per un periodo di 12 settimane.

Il risultato è stato evidente già dopo quattro settimane: i membri che avevano seguito la dieta combinata mostravano una riduzione media della pressione sistolica di 11 mmHg.
Stephen P. Juraschek, che ha diretto lo studio dice: “I nostri risultati si aggiungono alle prove che gli interventi dietetici sono altrettanto efficaci o più efficaci dei farmaci anti-ipertensivi nei soggetti a più alto rischio e dovrebbero rappresentare la prima opzione di trattamento per questi individui”.
I pazienti con ipertensione grave possono, quindi, trarre grandi vantaggi seguendo una dieta sana e povera di sodio.