Imparare tante cose nuove mantiene giovane il cervello

L’attività intellettiva mantiene giovane il cervello, ma adesso si è scoperto che imparare diverse cose nuove contemporaneamente aumenta le capacità cognitive degli anziani.

A dirlo sono i risultati di una ricerca dell’Università della California a Riverside, condotta dalla docente di psicologia Rachel Wu e pubblicata su Journals of Gerrontology, Serie B: Psicological Sciences. L’importante, sottolineano gli studiosi è assorbire sempre nuove abilità, cose da imparare, essere “spugne” con una forte motivazione che diventa il combustibile quotidiano da utilizzare.

Lo studio ha coinvolto adulti tra i 58 e gli 86 anni ai quali è stato chiesto di seguire dai tre ai cinque corsi per un totale di circa 15 ore alla settimana per tre mesi (più o meno il valore di un corso universitario). I corsi erano: lingua spagnola, uso dell’iPad, fotografia, disegno, pittura, musica.
A tutti i partecipanti sono state somministrate dei test di valutazione cognitiva prima e dopo gli studi per valutare la loro memoria di lavoro (per esempio ricordare un numero di telefono dopo dieci minuti), il loro controllo cognitivo (capacità di passare da un compito a un altro), la memoria episodica (ricordare dove si è parcheggiata la macchina).
A distanza di un mese e mezzo i partecipanti hanno aumentato le loro capacità cognitive riportandole a livelli simili a quelli di persone con 30 anni di meno. Inoltre, queste abilità venivano mantenute mentre ne venivano apprese di nuove.