La pennichella pomeridiana fa bene alla pressione

Un team di ricerca internazionale guidato da scienziati greci ha dimostrato che il pisolino pomeridiano, ovvero la classica pennichella, riduce la pressione sanguigna come un farmaco a basso dosaggio o la riduzione di alcol e sale dalla dieta.

La pennichella pomeridiana, divenuta nel tempo un privilegio per poche persone, dati i ritmi frenetici imposti dagli impegni odierni, è un vero e proprio toccasana soprattutto per chi soffre di pressione alta: infatti, abbassa la pressione sanguigna con la stessa efficacia di alcuni (opportuni) cambiamenti nello stile di vita, come la riduzione di alcol e sale. Ma non solo. L’effetto del pisolino è infatti paragonabile a quello dei farmaci antipertensivi a basso dosaggio. Lo ha dimostrato un team di ricerca internazionale guidato da scienziati greci dell’Asklepieion General Hospital di Voula.

Per compiere lo studio, i ricercatori hanno analizzato un campione di 212 individui, con età superiore ai 60 anni, in cura per ipertensione arteriosa. Nello specifico hanno monitorato i pazienti con uno strumento medico portatile in grado di rilevare la pressione sanguigna in ogni momento della giornata.
Comparando la pressione media giornaliera dei partecipanti al test è emerso che gli individui che sono soliti concedersi il riposino pomeridiano hanno la pressione massima inferiore di 5 millimetri di mercurio rispetto a coloro che non hanno questa abitudine.
Gli esperti hanno rilevato, inoltre, che la pressione arteriosa cala di circa 3 unità ogni ora di riposo.

Un altro studio, condotto da un team di ricercatori dell’Università di Bristol, ha dimostrato che riposare nel pomeriggio migliora sensibilmente la capacità di prendere decisioni: un’ora e mezza di pennichella è il lasso di tempo ideale per riuscire a elaborare le informazioni in modo ottimale.
Per giungere a questi risultati, i ricercatori hanno analizzato l’attività cerebrale di un campione di individui quando sottoposti a specifici test, con e senza riposo.

È così emerso che la pennichella migliora i tempi di risposta cerebrale.