Uno studio presentato durante l’Alzheimer’s Association International Conference 2017 dai ricercatori britannici della University of Exeter Medical School e del Kings College London, ha evidenziato come l’abitudine di fare le parole crociate, rompicapo e rebus potrebbe ringiovanire le funzioni cerebrali di dieci anni.

L’equipe di scienziati ha esaminato tramite un test online, le abilità cerebrali di oltre 17mila persone di età compresa tra 50 e 96 anni, chiedendo loro se e quanto frequentemente si dedicassero alla risoluzione di parole crociate e giochi di parole. In seguito li hanno invitati a svolgere una serie di test cognitivi diretti a verificare memoria e la capacità di prestare attenzione e ragionamento. Al termine dell’indagine gli studiosi hanno osservato che i punteggi più alti erano stati ottenuti dai soggetti appassionati di enigmistica. Infatti chi faceva cruciverba e rompicapi con maggiore frequenza era in grado di rispondere ai quiz meglio di tutti gli altri.

Sulla base dei risultati ottenuti dai partecipanti, gli scienziati hanno calcolato che le funzioni cerebrali delle persone che fanno regolarmente i cruciverba risultano più giovani di dieci anni rispetto all’effettiva età anagrafica. Questo vale soprattutto in relazione alla velocità del ragionamento grammaticale e alla precisione della memoria a breve termine.

I giochi enigmistici insieme a uno stile di vita attivo, senza fumo, e a una dieta equilibrata possono aiutarci a rimanere mentalmente giovani.