Il colesterolo è un composto organico appartenente alla famiglia dei lipidi steroidei.

Nel nostro organismo svolge diverse funzioni biologiche, importanti ed essenziali:
– è un componente delle membrane cellulari
– è il precursore della vitamina D

Nonostante questo ruolo biologico di primo piano, quando il colesterolo circola nel sangue in concentrazioni superiori alla norma si trasforma in un acerrimo nemico della nostra salute. Diversi studi scientifici hanno infatti associato suoi eccessi all’aumento del rischio di aterosclerosi, quel fenomeno che restringendo il diametro interno delle arterie e aumentando la probabilità che si formino dei trombi espone al rischio di gravi eventi cardiovascolari, inclusi infarti e ictus.

In particolare, a promuovere l’aterosclerosi è il cosiddetto colesterolo cattivo, il colesterolo buono non dovrebbe invece scendere al di sotto di livelli considerati minimi, perché aiuta proprio ad eliminare gli eccessi di questa molecola. Ci sono dei cibi però da limitare come uova, molluschi e carni grassi, è bene ricordare che il colesterolo è una molecola di origine animale. Per ridurre il contenuto di grassi saturi e trans portati in tavoli, è utile anche preferire i metodi di cottura che non prevedono l’uso di condimenti grassi, come la bollitura.