Mangiare uova fa bene alla vista

Alcune sane abitudini di vita ci aiutano a diminuire il rischio di sviluppare gravi malattie oculari quali la degenerazione maculare senile, il glaucoma o la cataratta: proteggere sempre gli occhi dai raggi solari con occhiali da sole di buona qualità, smettere di fumare, svolgere regolare attività fisica e seguire un’alimentazione corretta.

Sappiamo tutti, fin da piccoli, che le carote fanno bene alla vista, ma forse non molti sanno che esistono anche altri cibi “protettori” degli occhi, tra cui le uova.
Il consumo di uova, da 2 a 4 alla settimana, ha un effetto benefico sulla vista.

A dimostrarlo è una ricerca pubblicata su Clinical Nutrition da un team del Westmead Institute for Medical Research in Australia. La maculopatia colpisce il centro della retina, la macula appunto, e può determinare cecità o ipovisione.

Chi mangia dalle 2 alle 4 uova ha un rischio dimezzato rispetto a chi consuma meno di un uovo a settimana.
“Un altro importante messaggio che deriva da questo studio è che per chi mangia 2-4 uova a settimana il rischio di sviluppare la forma cosiddetta umida di maculopatia è ridotto del 62% rispetto a chi consuma meno di un uovo a settimana”, dichiara l’autore del lavoro, Bamini Gopinath.

La ricerca ha coinvolto 3654 soggetti oltre i 49 anni, il cui stato di salute è stato monitorato per 15 anni. Nel corso del follow up, oltre 2000 partecipanti hanno ricevuto una diagnosi di degenerazione maculare senile. I soggetti hanno compilato questionari alimentari per stabilire la frequenza e la quantità di uova consumate.
L’effetto si manifesta anche in chi accusa già la malattia: il consumo di uova si associa infatti a una riduzione del rischio di progressione della malattia in fase avanzata.
Ad assicurare tale effetto sarebbe la presenza nelle uova di due antiossidanti fondamentali per la salute della retina, la luteina e la zeaxantina.

Ecco gli altri alimenti salva-vista:
– Gli agrumi – Ricchi di vitamina C, gli agrumi aiutano a combattere i radicali liberi e a riparare i danni di cui essi sono responsabili. Un recente studio evidenzia come la vitamina C contribuisca a mantenere le cellule del nervo ottico in funzione.
– Le verdure a foglia verde – Gli spinaci e il cavolo sono un’ottima fonte di luteina e zeaxantina, una sostanza protettiva delle cellule della macula che contribuisce a ridurre il rischio di contrarre la degenerazione maculare.
Frutta e verdura di colore giallo e arancione – Carote, zucca, patate dolci e meloni sono ricchi di beta-carotene. Peperoni gialli e arancioni, pesche sono ricchi di vitamina C e zeaxantina.
– La soia, formidabile anti-ossidante e tutti i suoi derivati quali gli olii, il latte e lo yogurt, contengono amminoacidi essenziali, fitoestrogeni, vitamina E, nonché agenti anti-infiammatori che aiutano a mantenere gli occhi sani .
– Il pesce – Anche gli acidi grassi essenziali contenuti nel pesce, definiti Omega 3, sono fondamentali per la vista. Salmone, tonno, trota selvatica e sardine contengono grandi quantità di acido docosaesaenoico (DHA).
– La frutta secca – Mandorle e noci sono ricche di antiossidanti e vitamina E.
– I frutti di bosco, utili a controllare la pressione sanguigna
– I broccoli, ad alto contenuto di vitamina C ed efficaci nell’azione detossinante.
– Il the, soprattutto quelli verde, nero e di Colong, validissimi per combattere cataratta e DMS
L’avocado ricco di luteina ed efficace contro cataratta e DMS
– Il Cioccolato fondente – Come l’uva e i mirtilli neri, il cioccolato fondente contiene flavonoidi in grado di mantenere sana la circolazione sanguigna degli occhi aiutando a conservare forti cornea e cristallino. A patto però che contenga almeno il 70% di cacao, niente sale o aromi. Il cioccolato è anche un prezioso alleato contro ipertensione ed ipercolesterolemia.
– Il vino rosso, che contiene alte dosi di resveratrolo, fattore protettivo della macula.