vasi sanguigni

Per contrastare l’imparziale capacità di resistenza fisica, tipica dell’invecchiamento, alcuni ricercatori del Massachusetts Institute of Technology di Boston (USA) sono riusciti a promuovere la crescita di nuovi vasi sanguigni in un gruppo di topi anziani. Lo studio si inserisce in un filone di ricerca che dura da oltre vent’anni, guidato, tra gli altri, da Leonard Guarente.

In quest’ultimo studio, il team si è concentrato sul ruolo di una particolare classe di proteine, le sirtuine, nelle cellule che rivestono l’interno dei vasi sanguigni. Gli studiosi hanno eseguito gli studi su un gruppo di roditori di 6 mesi, cancellando il gene SIRT1 che codifica la sirtuina, notando così che la densità capillare delle cavie era ridotta e che essi non erano in grado di correre come gli animali loro coetanei su cui non erano intervenuti.

Successivamente, è stato studiato cosa accade nei topi dai 18 ai 32 mesi (paragonabili agli 80 anni nel genere umano) aumentando i livelli di sirtuina. Per fare ciò, è stato somministrato loro per due mesi un attivatore di queste proteine, il sulfido di idrogeno, e un composto naturale chiamato NMN che attiva il gene SIRT1 e i cui livelli, in genere, si riducono con l’avanzare dell’età. Al termine dell’esperimento, la densità capillare dei topi era ai livelli di quella dei roditori più giovani con le cavie che, inoltre, beneficiavano di un miglioramento della loro capacità di resistenza dal 56% all’80%.

Come ha spiegato il biologo americano “invecchiando il numero di vasi sanguigni decresce, e così si riduce la loro capacità di portare nutrienti e ossigeno ai tessuti, come i muscoli, contribuendo al loro declino”. Nel corso della ricerca invece, l’attività di SIRT1 nelle cellule endoteliali si è rivelata essenziale per veicolare gli effetti dell’esercizio fisico che nei giovani topi stimola la crescita di nuovi vasi sanguigni e rinforza i muscoli.

Se i risultati ottenuti verranno confermati anche dai test eseguiti sull’uomo, vorrebbe dire che l’attività fisica – specialmente l’utilizzo di pesi – è in grado di far recuperare massa muscolare agli anziani.